Dragone

Voce libera di Dronero e della Valle Maira

Buon Natale a tutti

ragazzi Fine anno quanto mai incerto, gli avvenimenti che scorrono sui giornali ci parlano di un mondo in profonda trasformazione che ci può riservare di tutto, i parallelismi con periodi bui della nostra storia sono possibili e consistenti. Per la generazione del dopoguerra, cresciuta in una società granitica, almeno nei suoi equilibri fondamentali, questa situazionegenera inquietudine e un po’ di mal di vivere.

Allora nulla di meglio che rifugiarsi nella magica atmosfera natalizia, nello spirito dell’Avvento, ovvero dell’attesa per il nuovo che nasce. Una liturgia che si ripete da secoli e che a ciascuno di noi richiama il ricordo degli anni della fanciullezza, quelli dell’innocenza che ci faceva aspettare con piacevole apprensione e incrollabile fiducia l’arrivo di Gesù Bambino. Perchè non far tesoro di quei lontani ricordi e usarli come antidoto per le paure di oggi che hanno sì fondamento, ma che non sono esenti dai deleteri effetti moltiplicatori di social media, così invasivi e onnipresenti.

Proviamo, magari, a spegnere per un po’ Facebook e Whatsapp, a ridurre le tante, troppe ricorrenze (cene, feste, saggi ) che spesso hanno perso di contenuto e sono diventati meri obblighi che rasentano il fastidio. Asteniamoci un po’ dallo shopping affannoso e dalla ressa dei centri commerciali. Prendiamoci finalmente un po’ di tempo e guardiamoci attorno con un briciolo di attenzione in più, la comunità che ci circonda saprà comunicarci quel senso di sicurezza e di protezione che ci manca così tanto. Il sentimento di pace interiore, che la religiosità sa trasmettere, lo si può ritrovare anche nei piccoli gesti che il Natale ci propone nella semplicità del suo messaggio.
Una passeggiata nella bella natura che ci circonda per godersi il silenzio del bosco che convive con la severità della stagione invernale, una visita a qualche persona sola per godersi il suo sorriso di stupore. Queste e altre sensazioni antiche sapranno senz’altro lenire le ansie dell’oggi, in fondo dopo un tempo ne viene un altro.

Buon Natale a tutti.

Massimo Monetti

Lascia un commento

Nota Bene: la moderazione dei commenti è abilitata e potrebbe ritardare l'inserimento del tuo commento. Non è necessario inviare di nuovo il tuo commento.