Dragone

Voce libera di Dronero e della Valle Maira

30 giorni … Gennaio

30giorni 30 GIORNI del DRAGONE. Quello che accade … quando accade

Il Comune di Dronero vince la causa contro l’Enel

7 Gennaio. Il comune di Dronero ha vinto la causa contro l’Enel. Dopo sei anni di contenzioso la Corte di Cassazione ha respinto il ricorso fatto dall’Enel spa al Tribunale superiore delle Acque a Roma contro il Comune di Dronero. L’enel, pertanto, dovrà fornire gratis al capoluogo della Valle Maira, fino al 2062, energia elettrica per 1,5 milioni di kilowatt/ora all’anno. L’Amministrazione sei anni fa citò in giudizio l’azienda per il mancato riconoscimento dei rimborsi sull’energia, previsti da una convenzione del 1995. A fronte della dismissione dell’allora “Azienda elettrica municipalizzata” e all’utilizzo del diritto di derivazione dell’acqua sul Maira, l’Enel si era infatti impegnata a fornire 1,5 milioni di kwatt/ora gratuiti, per 75 anni, con decorrenza retroattiva dal 1987 al 2062.

L’Unione Montana Valle Maira riceve contributi regionali
11 Gennaio. Il settore Rapporti con le Autonomie Locali della Regione, recependo i criteri stabiliti dalla Giunta Chiamparino, su proposta del vicepresidente, Aldo Reschigna, ha elaborato e approvato la graduatoria relativa ai contributi 2018 per il sostegno alle Unioni di Comuni piemontesi che hanno attuato la gestione di almeno due delle otto funzioni fondamentali indicate dal bando. Nel conteggio delle assegnazioni pesavano il numero delle stesse funzioni prese in carico.
Erano a disposizione 6.265.545 euro. Sul territorio regionale hanno presentato la richiesta 81 Unioni di pianura, collina e montagna. Sono state tutte finanziate. In provincia di Cuneo hanno ottenuto i contributi 14 Unioni: nove montane, tre collinari e due di pianura, per un importo complessivo di 1.013.473 euro: il 16,1% delle risorse totali disponibili.
L’Unione Montana Valle Maira ha ottenuto 42.882,64 euro.
Cervo femmina rimane bloccato nella centrale di Acceglio
12 Gennaio. Un cervo femmina è rimasto bloccato nelle paratie della centrale Enel di Acceglio. Alla segnalazione degli operatori della società Enel Green Power, sono subito intervenuti i carabinieri forestali di Dronero. L’animale, balzato all’interno del corso d’acqua oltrepassando una recinzione metallica, vagava spaventato senza riuscire a trovare una via d’uscita.
Il personale Enel ha immediatamente arrestato il funzionamento della turbina per evitare che il cervo potesse finirci dentro, poi ha abbassato il livello dell’acqua nel canale per permettere un intervento diretto. A quel punto i militari ed un addetto della Centrale hanno avvicinato l’animale e, dopo alcuni tentativi, sono riusciti a liberarlo. Il cervo ha raggiunto i boschi ed è sparito nella natura.
Purtroppo, il fenomeno del ritrovamento di fauna selvatica sul territorio della Granda è in deciso aumento. Si ricorda che secondo la legge, la fauna selvatica è patrimonio indisponibile dello Stato e nel caso di rinvenimento di animali feriti o morti, è dovere dei cittadini informare gli organi preposti: se l’animale è vivo, contattare subito il veterinario reperibile tramite il numero unico 118; se l’animale è morto, segnalarlo al Comune per il successivo smaltimento della carcassa.

Prorogata la mostra “ Un accorato sguardo al cielo…”

15 Gennaio. Visto l’enorme successo, e la disponibilità degli autori e degli Amici del Borgo Sottano, la mostra sugli ex voto della Prima Guerra Mondiale nella diocesi di Saluzzo, “Un accorato sguardo al cielo…”, è stata prorogata fino a giovedì 31 gennaio,
Aperta al pubblico dal 28 novembre in occasione dell’evento “A cento anni dalla Grande Guerra”, la mostra è stata allestita nella Cappella di San Rocco a Dronero, visitabile tutti i sabati e le domeniche dalle ore 15 alle ore 18. Sono state esposte oltre venti tavole, curate nei testi e nella selezione dagli esperti di tradizioni locali Almerino De Angelis e Patrizia Capobianco, in collaborazione con l’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Saluzzo. L’iniziativa è promossa da Espaci Occitan, Unione Montana Valle Maira e Comune di Dronero con il contributo della Regione Piemonte e la collaborazione dell’Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Saluzzo, della Parrocchia di Dronero e degli Amici del Borgo Sottano di Dronero.

Festa di Sant’Antonio a San Damiano Macra

20 Gennaio. A San Damiano Macra, frazione Pagliero, è stata organizzata la tradizionale festa di Sant’Antonio: importante momento di incontro per i residenti e quanti, pur abitando ormai altrove, non mancano di tornare per questa occasione. Il momento principale della festa è stato, come sempre, la messa alle ore 10,45. A seguire la vendita all’asta dei prodotti e oggetti offerti sul piazzale antistante. La funzione e la vendita sono stati allietati dai canti della corale “La Reis”. Come è ormai consuetudine da alcuni anni per rendere più viva e partecipata la giornata, il gruppo di giovani che collabora con i massari ha nuovamente organizzato la camminata verso Pagliero con partenza da San Damiano Macra alle ore 9 e colazione lungo il percorso.

Disegni degli alunni delle scuole elementari di Dronero esposti a Mosca

25 Gennaio. Alcune classi dell’Istituto Comprensivo di Dronero parteciperanno, con alcuni dei loro disegni sulla Resistenza nelle valli cuneesi, a una grande mostra dedicata ai partigiani sovietici che combatterono in Italia, che verrà allestita a Mosca nel 2019. L’esposizione sarà dedicata in particolar modo a Fëdor Poletaev, eroe dell’Unione Sovietica e insignito della Medaglia d’oro al Valor Militare dallo Stato Italiano.
I lavori degli alunni fanno parte del materiale prodotto in occasione del“Concorso Miche Berra per la tua storia nella Storia” che ha dato vita alla mostra “Storie dal mondo piccolo al mondo grande”, curata da Ivana Mulatero ed esposta nel Museo Civico Luigi Mallé di Dronero. L’Associazione Espaci Occitan, ente gestore del museo e promotore delle iniziative, ha provveduto ad inviare le opere al Consolato generale della Federazione Russa a Milano.
Tutto il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione del Comune di Dronero, al sostegno della Fondazione CRC e della Regione Piemonte.

Imprese di Dronero e Villar premiate a Borgo S. Dalmazzo

25 Gennaio. Alle ore 18.30, presso l’Auditorium Bertello a Borgo, si è svolta la terza edizione dell’assemblea di Distretto degli artigiani delle zone di Borgo San Dalmazzo, Cuneo e Dronero.
Durante l’evento è stata organizzata una tavola rotonda, moderata dal direttore di Confartigianato Cuneo Joseph Meineri, alla quale hanno partecipato Adriano Giordana, presidente zona di Borgo San Dalmazzo, Bruno Tardivo, presidente zona di Cuneo e Giorgio Verutti, presidente della zona di Dronero. Le conclusioni sono state affidate a Luca Crosetto, presidente di Confartigianato Imprese Cuneo.
Durante la serata sono stati consegnati i riconoscimenti alle imprese artigiane dei tre territori per la “fedeltà associativa”.
A Dronero, per i 35 anni di attività, sono stati premiati: Bergese Germano – Mobilieri ; Dronero Carpenterie – Nuova Edil Valle Pesio Srl – Carpenteria Meccanica; Messaggerie Subalpine Sas – Tipografi.
A Villar San Costanzo, per i 36 anni di attività, è stato premiato Vema Sas di Verutti Giorgio – Carpenteria Meccanica.

Alessandro Monetti

Lascia un commento

Nota Bene: la moderazione dei commenti è abilitata e potrebbe ritardare l'inserimento del tuo commento. Non è necessario inviare di nuovo il tuo commento.