Dragone

Voce libera di Dronero e della Valle Maira

30 giorni … Giugno

30giorni 30 GIORNI del DRAGONE. Quello che accade … quando accade


Fiera degli Acciugai 1 Giugno. Come ogni anno, la Fiera degli Acciugai ha inaugurato il mese di giugno. I festeggiamenti sono iniziati venerdì 31 maggio alle 18, presso il museo Mallé, con «Tentativo di fuga» a cura di Elena Monaco. Alle 21, il concerto della Rete Smim della provincia di Cuneo con «Settimadominante» del progetto Orchestra Provinciale «Greatest hits». Il giorno seguente apertura degli stand. Alle 21,30, grande concerto al teatro Iris del gruppo folk valdostano «L’Orage», intitolato «Il Rock delle Montagne», con presentazione del nuovo disco. Domenica 2 giugno, alle 10, presso lo stabilimento Falci, è stato organizzato l’incontro «Gli artigiani si raccontano» con le associazioni «Prima Linea», «Antichi Mestieri» di Salmour e «En Ferr» di Aosta. Dalle 14 alle 16, sono state organizzate visite guidate nel centro storico con partenze dalla Casa Valle Maira. Alle 14,30 «Asta del Vino» ottenuto dalla vigna didattica degli alunni delle scuole sotto il Teatro Iris, con banditore d’eccezione Silvio Barbero, già segretario e vicepresidente nazionale di Slow Food. Alle 15, nella sala Giolitti in piazza Mariti della Libertà, «Gli acciugai della valle Maira si raccontano», un incontro con testimoni di un’epoca entrata nel mito. Dalle 15,30, grande orchestra occitana per le vie di Dronero e sul palco di piazza Manuel. Al cinema Iris, dalle 15 alle 17, la proiezione del filmato «Un anno in valle Maira».

Marcia per la Festa della Repubblica 2 Giugno. Sono stati oltre 100 i partecipati alla Marcia sui sentieri partigiani della val Maira, organizzata per la Festa della Repubblica. Tre i punti di partenza: Dronero, Cartignano e frazione Norat di Roccabruna. L’iniziativa è stata organizzata dai Comuni di Dronero, Roccabruna, Villar San Costanzo, Cartignano, San Damiano Macra e dalla sezione Anpi di Dronero e valle Maira. La marcia si è conclusa al rifugio della 104ª brigata Garibaldi «Carlo Fissore» a Sant’Anna di Roccabruna.

Giornata FAI a Elva 15 Giugno. La Delegazione FAI Saluzzo,con la collaborazione del Comune,ha organizzato una giornata dedicata alla bellezza e ai tesori artistici di Elva. Erano previste visite con guide FAI alla chiesa parrocchiale di Elva dalle 10 alle 11,30 e dalle 15 alle 16,30, ogni 30 minuti. Nel programma una passeggiata da Elva fino alla cappella circolare di San Giovanni, lungo un agevole percorso della durata di circa un’ora, con splendida veduta sulla conca e sul monte Chersogno. Due le partenze al mattino (una alle 10, l’altra alle 11) e due al pomeriggio (alle 15 e alle 16). Sul luogo Franco Baudino, ex sindaco e memoria storica della comunità, ha raccontato aneddoti e curiosità del suo paese. Alle 12 nella Parrocchiale del capoluogo è stata organizzata la conferenza su Hans Clemer, con gli interventi del professor Marco Piccat Capo Delegazione FAI Saluzzo, già direttore del Dipartimento di Filologia dell’Università di Trieste, di Giovanna Galante Garrone, storica dell’arte, già direttore della Soprintendenza per i beni artistici e storici del Piemonte, e di Massimiliano Caldera, storico dell’arte. Per l’occasione era possibile visitare il museo “Dj Pels” ( dei capelli), interamente dedicato all’antico mestiere dei raccoglitori di capelli: i “pellassiers” o cavié” d’Elva.

“Le luci di Matè” 15 Giugno. Ad Ussolo è stata organizzata l’escursione “Le luci di Matè”, sulle tracce di un grande artista della valle Maira : Matteo Olivero. È stata scelta questa frazione alpina perché qui l’artista dipinse “Mattino in Alta Valle Macra”. Dopo il ritrovo, intorno alle 9,30, di fronte alla chiesa di Santo Stefano nella borgata, è iniziata l’escursione di circa 5 km con 300 metri di dislivello. Alle 13 pranzo nell’ex scuola elementare, ora «La Carlina», posto tappa dei sentieri occitani. Alle 15 è stato proiettato il film “Matteo Olivero ritratto di un pittore”.

Furgone distrutto dalle fiamme nella zona industriale 17 Giugno. Un furgone Iveco Daily che trasportava materiali per l’azienda Bitron di Dronero ha preso fuoco sulla strada provinciale Dronero-Caraglio. Quando l’autista ha notato le fiamme uscire dal motore, ha subito accostato ed è sceso dal veicolo, allertando le forze dell’ordine. Sono intervenute squadre dei vigili del fuoco di Cuneo e Dronero per domare le fiamme, oltre ai carabinieri per mettere in sicurezza la zona.

Ponte tibetano a Monastero 21 Giugno. Sono terminati i lavori del ponte tibetano che collegherà Monastero di Dronero con Morra Villar San Costanzo. Il ponte, lungo circa 70 metri, ha uno sbalzo di 20 metri sul torrente Maira. La struttura è stata progettata dall’ingegner Livio Galfré su incarico dell’Unione montana. Il costo dell’opera si aggira sui 70 mila euro, reperiti con fondi del Piano di sviluppo rurale e il cofinanziamento dei Comuni di Dronero e Villar San Costanzo.

Alessandro Monetti

I commenti sono chiusi.