Dragone

Voce libera di Dronero e della Valle Maira

Settembre, si torna a scuola

cnn-travel Settembre coincide con la fine dell’estate, almeno quella astronomica, e ormai da parecchi anni, anche con l’inizio della Scuola.


I dati del Ministero ci dicono che le domande di iscrizione alle prime classi per l’a.s. 2019/2020 sono state 1.553.278. Circa un milione sono quelle presentate alle scuole del Primo ciclo (473.294 alla Scuola primaria e 537.330 alla Secondaria di primo grado) mentre sono 542.654 le domande ai percorsi di istruzione e formazione di secondo grado. Si conferma la tendenza in atto già da qualche anno, ovvero un a un calo progressivo nel numero dei nuovi ingressi, più marcato nel caso della Primaria che, nell’ultimo anno, registra una perdita di circa 23 mila alunni (-4,6%), mentre il ciclo di Scuola secondaria perde 20 mila studenti. Cresce, invece, la richiesta del tempo pieno a 40 ore settimanali nella Primaria. Circa il 42% delle domande si orienta per questo tempo scuola e, in quasi in tutte le regioni, si evidenzia una maggior propensione a lasciare i propri figli a scuola con un orario prolungato. Lazio e Piemonte sono le regioni dove la richiesta è maggiore (rispettivamente 59,6% e 58,5% delle domande inoltrate).

La scelta del percorso di istruzione superiore indica sempre una netta preferenza per i Licei che in Piemonte registrano il 53,9% sul totale delle iscrizioni, seguono gli Istituti tecnici con un 33,2% di adesioni ed infine le scuole Professionali alle quali sono iscritti il 12,9% degli allievi. Il dato del Piemonte non è significativamente diverso dalla media nazionale che vede i Licei al 54,6%, gli Istituti tecnici al 31,0 e quelli Professionali al 14,4. Sostanzialmente costante il numero degli iscritti all’Istituto Comprensivo Giolitti – che ha finalmente un dirigente titolare – cui fanno capo tutte le scuole di Valle: 13 plessi di cui 4 nella Scuola dell’Infanzia, 7 nella Prima e 2 nella Secondaria di 1° grado.

Il piano triennale dell’Offerta formativa 2019-22 conta complessivamente 1009 iscritti; erano 1015 nel precedente POF del 2016. Forte la presenza di bambini e ragazzi di origine straniera, in media il 27% del totale con punte ben superiori al 40% nell’Infanzia e nella Primaria di Piazza Marconi. Un calo significativo d’iscritti si registra invece presso l’Alberghiero Donadio dove sono state attivate quattro prime invece delle cinque dello scorso anno. Complessivamente gli studenti sono passati da 567 a 473 all’inizio del nuovo anno scolastico.

Sergio Tolosano

I commenti sono chiusi.